26/27/28 Maggio 2016
“Sgrana e (Tra)Balla”
Tre Giorni di Musica Popolare

13100711_1153055748051988_3431686225146498241_nSgrana e (Tra)Balla 2016 – Tre Giorni di Musica Popolare

Anche quest’anno a Maggio torna lo “Sgrana e (Tra)Balla”, il festival di musica popolare al Centro Popolare Autogestito Firenze Sud! Come ogni anno iniziative, spettacoli teatrali, cena con grigliata, e soprattutto tantissimi gruppi di musica popolare dall’Italia e dal mondo…per tre giorni!

###

PROGRAMMA:

Dalle 19.00 tutte le sere assaggi, aperitivi tipici, a seguire cena e grigliata

GIOVEDI’ 26 MAGGIO

LE MALCERCONE TRIO

Il gruppo Le Malcercone nasce per recuperare e valorizzare le bellissime pagine musicali della tradizione popolare toscana.
Costituito da tre musiciste che provengono da numerose e diverse esperienze, il trio propone il repertorio nella sua genuinità, evidenziando in alcuni brani la sagacità dei testi, tipicamente toscana, e in altri la poesia e la commovente dolcezza.
Il programma del concerto si muove dagli Stornelli alle Ninne Nanne, veri canti di “protesta” del mondo femminile di fine ‘800 inizio ‘900.
Non mancano le Invettive, “accidenti” che si inviano all’amante traditore, i canti delle Malmaritate, donne che hanno preso marito e se ne pentono quando ormai è troppo tardi, e i canti sulla Miseria e la Fame. In contesti dove è possibile un ascolto più attento vengono inserite nel
repertorio letture poetiche a tema rispetto ai brani.

DE’ SODA SISERS

Il nome del gruppo è un ironico omaggio proprio a ciò che caratterizza Rosignano Solvay: il bicarbonato e le sue spiagge bianche.
Il gruppo, tutto al femminile, che vede unione di modi di fare e di dire della provincia di Livorno e di quella di Firenze, predilige spazi scenici contenuti per stringersi al pubblico e farlo sentire parte integrante del concerto.
Musica da strada che si fa largo fra piazze, piazzette, vicoli stretti e balere arredate con tavoli e candele. Da qui parte il loro vasto repertorio di vecchie canzoni anarchiche e popolari, appartenenti alla tradizione toscana e del sud Italia. Stornelli da osteria, filastrocche rivoltose, serenate d’amore, canti di lotta e melodie del passato. Le Dè Soda Sisters conquistano il pubblico per la loro semplicità e la squisita naturalezza della loro musica.
Una chitarra, un mandolino, una cigar box, le voci e strumenti percussivi ricavati da cucchiai, grattugie e tamburelli.

PROGETTO “SANACORE”

Il Progetto “sanacore” si occupa di ricerca e recupero delle tradizioni musicali e coreutiche del centro e del sud Italia con fattispecie dell’area campana.
Esso rappresenta l’incontro e il confluire di diversi percorsi esperienziali, culturali , di studio e di ricerca sul campo
Il repertorio, dunque, attinge dalla cultura tradizionale ed etnica del Sud Italia e comprende: tammurriate campane, tarantelle varie, pizziche- pizziche e canzoni tradizionali.
Gli strumenti usati nei concerti sono quelli tipici della cultura popolare: tamburi a cornice, chitarra classica, chitarra battente, flauti, castagnette e diversi tipi di percussione.

TRE TEMPI FOLK BALLI DAL SUD – TARANTE FIORENTINE

TreTTempi Folk è un gruppo spontaneo di danzatori e musicisti chiamato così in onore delle tante danze italiane e straniere in “tre quarti”: tutti i giovedì organizza un laboratorio gratuito in cui ballare e condividere il sapere e il piacere del ballo popolare, per riscoprirlo in un contesto comunitario e intergenerazionale!

Rallegreranno ulteriormente la serata:

A FIRENZE L’E’ PIZZICA “DanzeAssuD”

———–

VENERDI’ 27 MAGGIO:

AMISTADE

Il progetto AMISTADE, che in lingua Sarda significa “Amicizia”, nasce dall’incontro di diversi musicisti provenienti da esperienze musicali diverse,ma accomunati tutti dalla passione per la musica e le tradizioni popolari del sud Italia e di tutto il bacino mediterraneo . L’intento del
gruppo è quello di divulgare la cultura etno-musicale del Sud Italia effettuando un’accurata ricerca delle tradizioni musicali del Salento,Calabria Sardegna e Campania fino ad arrivare all’etnico dei paesi del mar Mediterraneo. Il sound del gruppo, pur rimanendo nell’ambito dei canoni dettati dalla più autentica tradizione musicale, oltre che essere arricchito dall’ esibizione di alcune danze, viene caratterizzato dalla contaminazione di nuove sonorità con lo scopo di renderlo più attuale e gradito ad ogni tipo di ascoltatore .

BALARU

Balarù. In Piemontese, chi ama ballare. Ma anche BalàRue, “Ballo sulla strada” o BalàRoue, “Ballo alla ruota, in cerchio” sul suono di un’altra ruota: la ghironda!
Dopo anni in giro per l’Italia e l’Europa a studiare e proporre la musica da ballo tradizionale, i quattro musicisti hanno deciso di unire le forze ponendosi come obiettivo la diffusione, all’interno del panorama Balfolk europeo, le danze della loro terra, il Piemonte.
Un anno di lavoro: ricerca sul campo, sbobinamento di vecchie registrazioni, riarrangiamento delle antiche melodie popolari, arricchendo il tutto con qualche danza d’oltralpe e composizioni originali per fare ballare le piazze di tutto il mondo.
Balarù!

MEDINSUD

Il gruppo nasce a Bisignano dall’unione di sette musicisti che, nel 2012, decidono di far confluire in un progetto comune le proprie conoscenze, la passione per la musica e le tradizioni popolari. I Medinsud si avvalgono delle sonorità degli strumenti tradizionali quali: chitarra battente, mandola, zampogna, lira, organetto e tamburi a cornice uniti a strumenti come violino, chitarra, fisarmonica e basso. La musica senza confini dei Medinsud poggia le proprie radici nel popolare, lasciandosi contaminare però, da ritmi e atmosfere mediterranee, favorendo così un innesto che abbraccia melodie e sonorità di altri popoli e culture.

TRE TEMPI FOLK BALLI DAL SUD – TARANTE FIORENTINE

TreTTempi Folk è un gruppo spontaneo di danzatori e musicisti chiamato così in onore delle tante danze italiane e straniere in “tre quarti”: tutti i giovedì organizza un laboratorio gratuito in cui ballare e condividere il sapere e il piacere del ballo popolare, per riscoprirlo in un contesto comunitario e intergenerazionale!

Rallegreranno ulteriormente la serata:

A FIRENZE L’E’ PIZZICA “DanzeAssuD”

———–

SABATO 28 MAGGIO:

Ore 18.00

LE CALZE BRAGHE – IL PIFFERAIO MAGICO
(spettacolo teatrale per Bambin*)

In un borgo di mare la gente lavora felice. Il Fornaio prepara le focacce, la sarta cuce il vestito, il postino sul triciclo e i pescatori in mare. Intanto i nobili contano i soldi e ne hanno tanti…ma nessuno pensa ai poveretti della città… nemmeno a me che sono un povero Cantastorie che racconta queste fanfole per fare sognare un po: “C’era una volta un musico straniero che incantava topini e bambini..”
La compagnia Le Calze Braghe nasce a Catania nel 2006 per realizzare un progetto di letture animate per l’infanzia dell’Associazione La Poltrona Rossa.
La compagnia è formata da sceneggiatori, registi, attori, “manianti” (pupari) e cantastorie che riprendono la scia della tradizione dei Pupi Siciliani e dei cantastorie locali, senza trascurare la ricerca contemporanea del teatro di figura europeo. La baracca, i burattini, le scenografie e i costumi sono realizzati dalle stesse maestranze della compagnia.

LA LEGGERA

Nasce nel 2009 prendendo il nome dal treno che trasportava i lavoratori stagionali in Maremma, l’appellativo derivava dall’inconsistenza del bagaglio dei passeggeri, disoccupati e braccianti, i quali avevano con sé solo una sporta di vimini. Spesso costoro improvvisavano compagnie di canto corale per racimolare con una colletta almeno i soldi del biglietto, ma la loro povertà, paradossalmente, coincideva con la libertà d’espressione. La Leggera si è riconosciuta tanto in questi poveracci che giravano cantando stornelli e porta avanti questo progetto di Musica Popolare tradizionale fatto di canti di lavoro, canti di lotta, pizziche, polke, valzer, tarantelle e tammurriate, il
tutto mischiato senza prendersi troppo sul serio e con tanta ironia e sarcasmo.

SIMURG

Simurg è un complesso musicale formato da alcuni studenti universitari nel 2011 a Eskisehir. Da allora il gruppo si è esibito frequentemente in varie zone tra la Turchia e il Kurdistan. Nel 2012 molti membri del complesso si trasferiscono a Istanbul; l’incontro con musicisti provenienti da tutto il mondo ha prodotto molti progetti di fusione consistenti in brani tradizionali con composizioni
sperimentali. Nel 2014 Simurg produce un album intitolato “Büka Barane”, che in curdo significa arcobaleno. Simurg compone la maggior parte delle sue canzoni in curdo, ma utilizza anche altre lingue del medio oriente. Simurg significa “trenta uccelli” nella lingua persiana e curda e si riferisce ad una vecchia leggenda sulla peregrinazione dei volatili.

UMUDA HAYKIRIS

Il Umuda Haykiris (Grido per la libertà) nasce in Germania nella numerosa comunità di immigrati
turchi. Fedele Alla tradizione della musica e danza turca ha rielaborato le sonorità della musica popolare con l’inserimento dei suoni degli strumenti moderni creando una contaminazione di grande effetto. Vicini al Partito dei lavoratori turchi in Germania (ATIK) raccontano nei loro testi la lotta della parte migliore del loro popolo.

KALAMU

I Kalamu sono una band calabrese di musica folk- rock. Il progetto inizialmente incentrato sulla rielaborazione della musica tradizionale del Sud Italia attraverso contaminazioni di diversi generi
musicali, si è col tempo evoluto in uno stile personale con produzioni di brani propri . I testi spaziano dai temi sociali a brani di carattere intimistico. Tra impegno ed ironia i loro brani prendono vita per parlare a tutti in una costante ricerca di comunicazione. La band ha in attivo cinque album ed un attività live ricca di date in tutta Europa

TRE TEMPI FOLK BALLI DAL SUD – TARANTE FIORENTINE

TreTTempi Folk è un gruppo spontaneo di danzatori e musicisti chiamato così in onore delle tante danze italiane e straniere in “tre quarti”: tutti i giovedì organizza un laboratorio gratuito in cui ballare e condividere il sapere e il piacere del ballo popolare, per riscoprirlo in un contesto comunitario e intergenerazionale!

Rallegreranno ulteriormente la serata:

A FIRENZE L’E’ PIZZICA “DanzeAssuD”

###

Centro Popolare Autogestito Firenze Sud
Via di Villamagna 27/a rosso
Autobus: 8, 23, 31, 32, 71, 80 (fermata p.zza Gualfredotto)
Uscita autostrada Firenze Sud, svincolo v.le Europa
facebook.com/CPA Firenze Sud

###

Rispetta il posto e i suoi occupanti…rispetta il quartiere e i suoi abitanti!

I commenti sono chiusi.